IN QUANTE FASI SI POSSONO SUDDIVIDERE LE MANIFESTAZIONI FEBBRILI?

Le manifestazioni febbrili si dividono in tre fasi

1)FASE PRODROMICA O ASCESA:coincide con l’inizio della produzione delle prostglandine,sostanze pro-infiammatorie
prodotte dall’organismo in risposta alle infezioni.Queste attraverso il sangue rag_
giungono il cervello,segnalando la necessità di aumentare la temperatura corporea.

2)FASE DEL FASTIGIO O ACME FEBBRILE:questa fase dura per tutto il periodo di produzione delle prostglandine.
In questa fase si prova caldo,si ha la cute arrossata,compaiono la cefalea,
i dolori muscolari e l’irrequietezza.Possono aumentare anche la frequenza
cardiaca e respiratoria.

3)FASE DI DEFERVESCENZA:continua il caldo,ma la febbre progressivamente scende,mentre si riducono anche le prostglandine
Questa fase è spesso accompagnata da sudorazione.

(CONSULTARE IL MEDICO)

COME AGISCONO LE PROSTGLANDINE?

Le prostglandine agiscono localmente ed in modo specifico a seconda dei tessuti.Caratterizzate da una vita molto breve,intervengono sull’aggregazione piastrinica,sulla regolazione dei processi flogistici (infiammatori)ed immunitari,sulla protezione della mucosa gastrica,sulla motilità bronchiale,sul rilassamento e la contrazione della muscolatura liscia.(CONSULTARE IL MEDICO)