ACONITUM NAPELLUS

L’aconitum napellus può essere somministrato quando il paziente descrive di avere una forte paura della morte.Se predice o ha l’idea fissa di un’ora specifica in cui questa sopraggiungerà.Rimedio che si può somministrare in caso di claustrofobia,agorafobia,paura dell’aereo.In casi di attacchi di panico accompagnati da palpitazioni,arrossamento marcato,respiro corto.Negli stati d’ansia che seguono un forte spavento e nell’irrequietezza notturna.

L’aconitum napellus può essere usato anche nelle persone robuste,pletoriche e vitali,quando descrivono disturbi che iniziano dopo uno spavento,nella paura dopo un trauma o quando questi sintomi si aggravano con l’esposizione al vento,soprattutto freddo e secco.

L’aconitum napellus è il rimedio usato in pazienti che descrivono:vertigini dopo uno spavento,cefalea grave durante la febbre,raffreddori ed influenze con intenso calore e bruciore delle narici.Il rimedio può essere somministrato anche in caso di congiuntivite con secrezione abbondante dopo raffreddamento,fotofobia,cecità improvvisa dopo uno spavento o in caso di ferite o corpi estranei negli occhi.

Laconitum napellus è il rimedio che può essere somministrato in pazienti che descrivono:vampate di calore al volto che si manifesta con una guancia rossa ed una pallida,sudorazione del volto solo nella zona che poggia sul cuscino,nevralgia facciale che peggiora se esposta al vento,intorpidimento monolaterale del viso,paralisi facciale dopo raffreddamento.

L’aconitum napellus può essere somministrato in tutti quei pazienti che descrivono:sapore amaro in bocca(esclusa l’acqua),intorpidimento della bocca e della lingua,mal di denti se a contatto con il freddo,faringite,tonsillite molto rossa e bruciante.

L’aconitum napellus può essere somministrato in tutti quei pazienti che descrivono:desiderio di pesce,che hanno una gran sete di bevande fredde,che non sopportano le acciughe e che descrivono dolori intorno all’ombelico specialmente durante la defecazione.

L’aconitum napellus può essere somministrato per la ritenzione urinaria del neonato e nelle madri subito dopo il parto.Utile durante il travaglio,nell’orchite e nelle emorragie uterine.

L’aconitum napellus è utile nella polmonite ad insorgenza rapida caratterizzata da irrequietezza,paura,dispnea che peggiora se il paziente giace sul lato sinistro.E’ utile in caso di palpitazioni,tachicardia, angina o infarto del miocardio acuto con intorpidimento del braccio sinistro.

L’aconitum napellus è il rimedio utile nel caso di pazienti affetti da:artrite infiammatoria improvvisa e nella sensazione di intorpidimento e paralisi degli arti.

L’aconitum napellus può essere somministrato durante la fase iniziale di infezioni respiratorie,influenza,polmonite,tonsillite,otite,infezioni urinarie,congiuntiviti,artrite acuta, nel morbillo e nella rosolia.Cioè quando il paziente lamenta disturbi comparsi all’improvviso ed intensi.

(CONSULTARE L’OMEOPATA)